Categorie
Curiosità Tanatologica(mente)

La sedia del diavolo

In Florida è possibile imbattersi in una panchina molto particolare una volta arrivati al Camposanto di Cassadaga. Che cosa narra la leggenda ad essa legata?

Cassadaga è un delizioso centro urbano dove – strano a dirsi – aleggiano molte storie di spiritismo e stregoneria.

Il fondatore della città, Colby, era solito circondarsi di stregoni e guide spirituali, le quali lo avrebbero iniziato alla conoscenza.

Tra questi, fu proprio un santone ad indicargli il posto esatto dove fondare la città di Cassadaga.

Fu forse proprio per quello che, una volta avviata, la città si riempì di medium, streghe ed indovini dandole in qualche modo lo status di apoteosi del paranormale.

Nel cimitero della città infatti, corre una strana quanto curiosa leggenda: al suo centro infatti esisterebbe una sorta di trono, una sedia interamente costruita in mattoni che ne delineano la forma: sembra che proprio lì il Diavolo sia solito sedersi.

Vi sono diverse testimonianze in merito ad apparizioni di un uomo vestito molto elegantemente avvezzo a sedersi proprio su quella sorta di sedia, per osservare il camposanto e chi vi è di passaggio.

Altresì, taluni confermano una diceria: basterebbe lasciarvi sopra una lattina di birra – di qualsiasi qualità – poichè, il mattino seguente, questa verrebbe trovata vuota.

In certi casi la lattina viene trovata solo aperta, in altri invece – nonostante il tappo chiuso – la lattina risulterebbe…vuota.

Non solo: il Diavolo apparirebbe a coloro – quei pochi ed audaci – soggetti i quali avessero la malcapitata idea di sedervisi sopra!

Di Beatrice Roncato

Tanatologa Culturale, Tanatoesteta e Cerimoniere Funebre